Home | ricette, racconti e curiosità | La conserva in scatola Made in Italy

La conserva in scatola Made in Italy

Il primo imprenditore dell’industria conserviera in Italia è il piemontese Francesco Cirio. Nasce ne 1836 a Nizza Monferrato, i genitori sono costretti a spostarsi spesso per trovare lavoro. Stabilitisi a Fontanelle vicino Nizza, aprono un piccolo negozio di generi alimentari.

Soltanto undicenne, diverse volte a settimana, Francesco andava a piedi al mercato della città per comprare a basso prezzo qualche cesto di verdura, per poi rivenderlo porta a porta in paese. Alcuni anni dopo, intorno al 1850, lavorerà a Torino nei mercati generali, anche qui rivende nei quartieri dei sobborghi le ceste di frutta e verdura acquistate a poco prezzo verso l’ora di chiusura.

I benestanti consumavano le primizie del mercato, i poveri in città dovevano ricorrere alle rimanenze di fine giornata, che costavano poco. Cirio le portava direttamente nei quartieri. In questo contesto nasceva la sua idea imprenditoriale, creando anche un antesignano dell’odierno discount, espandersi e conservare gli ortaggi, per portarli all’estero e porterli mangiare anche fuori stagione.

In casa sua, fa costruire un caminetto spazioso dove posiziona due enormi calderoni per la bollitura. Dopo vari tentativi produce la prima conserva di piselli. Dalla stanza, il passo è breve verso la prima fabbrica con operai. Le conserve comprendono altri ortaggi come i pomodori, i famosi pomodori Cirio dal 1856.

Nel 1867 partecipa con successo alla grande Esposizione Universale di Parigi, le sue conserve ora in barattolo di banda stagnata arrivano in tutta Italia, appena unificata e anche in Europa. L’agricoltura viene potenziata si aprono nuovi stabilimenti e punti vendita a Castellammare di Stabia, Milano, Berlino, Londra, Bruxelles, Parigi, Belgrado e Vienna.

Cirio studia i gusti del pubblico e differenzia le conserve e le passate. Inoltre lancia le prime campagne di vendita con un ricco premio in denaro in palio, per il primo estratto tra le segnalazioni giunte, naturalmente con tanto delle sei etichette come prova d’acquisto sulla zuppa preferita dagli italiani, selezionata tra le sei in commercio!

Si racconta che quando fece arrivare derrate di cavolfiore in Germania, gran parte della merce rimase invenduta. Per liquidare le scorte in giacenza, portò di persona burro e vino da fornire insieme all’acquisto delle scorte di cavolfiori. La super offerta attirò cosi tanta gente che dovettero intervenire le forze dell’ordine per regolare le priorità d’arrivo.

Francesco Cirio fu un uomo del suo tempo, spinto dall’espansione della conoscenza e della tecnologia e della nuova configurazione politica italiana del Risorgimento, si lanciò con coraggio e spirito di avventura in nuove iniziative, che non sempre portarono al successo sperato, la conserva in scatola. Cirio diventò un marchio riconoscibile a livello mondiale del made in italy alimentare.

Nella categoria CONSERVE  potrai trovare una vasta gamma di conserve, tartufo, pomodori, fagioli, broccoli, carciofi, asparagi, funghi e piselli, proposti da produttori che coltivano rigorosamente biologico.