Crema di carciofo

6,00

Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 100€
Spedizioni da 1 a 20 confezioni 10,50€

Crema di carciofo violetto di Castellammare confezione da 180 gr.

Categoria:

Descrizione

Descrizione

Crema di carciofo violetto di Castellammare

Per una crema ai carciofi dal sapore delicato per un antipasto sfizioso a base di bruschette leggere e gustose.

Ingredienti

Carciofini, Olio EVO, Aceto di vino, Sale, Limone.

Il carciofo di Castellammare

E’ un sottotipo della varietà Romanesco, da cui si differenzia per l’epoca di produzione anticipata e il colore delle bratte, verdi con sfumature viola. La precocità è data dalla particolare mitezza del clima e dall’abitudine di rigenerare le piante ogni anno.

All’epoca della ripresa vegetativa vengono scelti i migliori carducci, i germogli erbacei laterali che spuntano tutt’intorno alle piante madri, prelevati insieme a piccole porzioni di rizoma e trapiantati a dimora.

Note storiche

La sua origine affonda le radici nell’epoca romana: una frazione di Castellammare di Stabia, Schito, era considerata al tempo particolarmente vocata all’orticoltura. Prova ne è che la zona, non lontana da Pompei, era identificata con il toponimo “orti di Schito”.

Un’altra particolarità è data dall’antica tecnica colturale, tradizionalmente associata a tale varietà. Era uso, infatti, coprire la prima infiorescenza apicale (mamma o mammolella) con coppette di terracotta (pignatte o pignattelle) realizzate a mano da artigiani locali.

La protezione dai raggi del sole, assicurata dalla pignatta nella fase di accrescimento del carciofo, lo rende particolarmente tenero e chiaro.

Venditore

Orti di schito

Orti di schito

L’azienda nasce da un progetto condiviso di Salvatore Di Ruocco e Pasquale Pane per dare continuità al lavoro di tutta la vita dei propri genitori, specializzati nella coltivazione del Carciofo Violetto di Schito e del fagiolo Canario.L'azienda lavora seguendo i principi della lotta biologica, al fine di garantire sempre più un prodotto esente da fitofarmaci aggressivi.Si prefigge di divenire nell'immediato futuro uno dei fiori all'occhiello di quella zona che i romani chiamavano "Terra Felix".Si è specializzata soprattutto nella coltivazione del Carciofo Violetto di Schito. Il suo progetto fondato su un rapporto di simbiosi con la terra-madre: infatti non vengono adottate colture intensive.Gli ortaggi e i legumi non subiscono alcuno stress durante la delicata fase della crescita e della maturazione, e la raccolta avviene solo in condizioni ottimali.Nei campi, che abbracciano anche microclimi peculiari, del resto, Salvatore e Pasquale, in assoluta sintonia con la Natura, hanno creato dei veri e propri ecosistemi.Tutelano in pieno la straordinaria biodiversità delle aree coltivate con i fagioli, carciofi, peperoni, melanzane, pomodori, e tutto quello che madre natura può concedere.Dal 2015 l'azienda partecipa al Mercato della Terra di Slow Food, che si tiene la 2° Domenica di ogni mese, nella Città di Piano di Sorrento.Collaborare con gli Agronomi Volontari dell'associazione Slow food Costiera Sorrentina e Capri, rispettando la filosofia e le linee guida dei Mercati della Terra.

SEGUICI SU…

Facebook Pagelike Widget
Hai bisogno di aiuto?
laspesacasa dal produttore a casa tua con un clik

Riceverai notizie su nuovi prodotti e produttori

Acconsenti ad essere aggiornato?

Grazie per la tua iscrizione